Ocurréncia - Libri, cinema, arti, biografie ed attualità | Clicca per tornare alla home page

> OCURRÉNCIA

> ARCHIVI

> IN EVIDENZA

lunedì, novembre 03, 2003


MELISSA P.

Antonello Caporale, su Il Venerdì di Repubblica della settimana scorsa, ha intervistato Melissa P., l'autrice rivelazione di "100 colpi di spazzola prima di andare a dormire", diario autobiografico di un'adolescente edito da Fazi.
"Il suo libro tutto sesso è il caso dell'anno. Ora dal top delle classifiche finirà anche al cinema con Francesca Neri. Era quello, dice Melissa P., che cercava: il successo."
L'intervista non mi è piaciuta, non tanto per le domande proposte, quanto per il clima generale delle risposte, annoiate, a tratti vanitose, e l'atteggiamento di Melissa ad autrice "arrivata" al successo supremo dopo aver centrato il segno, scrivendo ciò che il pubblico vuole, con tanto di riconoscimento economico e artistico. Temo non mi piacerà nemmeno il libro, che tardo a leggere per indolenza e poca curiosità, di cui apprendo che Francesca Neri si è accaparrata i diritti per girarne un film. Si scrive per tanti motivi: uno di essi può essere la voglia di successo, di essere ricnonosciuti, di diventare noti al grande pubblico, per uscire dall'anonimato, dalla propria presunta mediocrità, raccogliende conferme di noi stessi nello sguardo e negli apprezzamenti degli altri. Come biasimare una minorenne che si scopre miliardaria per aver pubblicato riflessioni per niente timide sulle proprie esperienze sessuali, covando sogni da celebre opinionista del gossip? Forse non si può, il successo, con le sue mille luci, fa gola a tutti, ammettiamolo, ma c'è un lato oscuro in tutto questo che rivela una voragine di contenuti evidente, che mi sgomenta senza sconti.


 


> PENSATE LINK-OLÀ



Immagine di bimbo che saluta. Ciao e a presto!

ocurréncia
Il contenuto di questo sito è protetto da
Creative Commons License